Storia e Cultura a due passi dal Mare

itinerari turistici da visitare durante il soggiorno
Cattedrale di Noto

Città di Noto

Tracce di insediamenti umani nella zona dove oggi sorge Noto sono databili fin dall’Età del Bronzo Antico o Castellucciana (2200-1450 a.C.), come testimoniato dai reperti archeologici rinvenuti. L’antica “Neaton” fu colonia siracusana durante la tirannia di Gerone II e nel 214 a.C. entrò nell’orbita romana.

Il nome attuale venne dato dagli arabi che occuparono la città nell’854 e il toponimo “Noto” è arrivato fino ai giorni nostri. Le strade della città sono lastricate a lava e pietra bianca, le piazze inclinate e le gradinate di raccordo rendono il paesaggio urbano di Noto uno dei più caratteristici della Sicilia.

Molte sono le bellezze architettoniche disseminate per le vie del centro storico il quale, dal 2002 e insieme con le altre città tardo barocche della Val di Noto, è stato dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio dell’umanità”.

Tra le tante cose da vedere consigliamo:

Basilica Cattedrale di San Nicolò – Inserita nella lista mondiale redatta dall’UNESCO dei Beni dell’Umanità, la Chiesa Cattedrale di Noto è il risultato di stratificazioni stilistiche figlie dei vari interventi di ricostruzione avvenuti tra il diciottesimo e diciannovesimo secolo. A tali interventi hanno partecipato i tre maggiori esponenti del barocco netino, quali Rosario Gagliardi, Paolo Labisi e Vincenzo Sinatra.

Chiesa del Santissimo Crocifisso – Secondo edificio di culto della città, la chiesa venne edificata nei primi anni del settecento su progetto di Rosario Gagliardi. Nel suo interno a tre navate sono custodite diverse opere di Francesco Laurana e una teca contenente una spina che, secondo la tradizione, proverrebbe dalla corona di Cristo.

Palazzo Ducezio – Si tratta dell’edificio sede del municipio e progettato da Vincenzo Sinatra nel 1746. La facciata è caratterizzata da venti arcate sorrette da colonne con capitelli ionici e da tredici finestre rettangolari. Da segnalare all’interno la splendida “Sala degli specchi”, finemente arredata con mobili in stile Luigi XV.

Porta Reale – Edificata in occasione della visita di Ferdinando II di Borbone, è il simbolo della città e venne completata in appena un anno, il 1838, seguendo le linee tipiche del neoclassicismo.

Particolare barocco di Noto
Piazzetta di Marzamemi

Marzamemi

Il borgo marinaro di Marzamemi sorge a ridosso di un porto da pesca, fonte principale di reddito dei primi abitanti del paese, diventando ben presto uno dei punti di riferimento in tutta la Sicilia per la pesca del tonno.

La tonnara di Marzamemi risale al tempo della dominazione degli arabi e nel 1630 venne acquistata dal Principe di Villadorata che la ampliò e la abbellì grazie all’intervento di abili carpentieri provenienti dalla vicina Siracusa.

Marzamemi possiede una splendida spiaggia e negli ultimi anni è diventata meta privilegiata per molti turisti, attratti dalle bellezze paesaggistiche del posto e dalle molte occasioni di divertimento fornite dai tanti locali che si affacciano nelle strette viuzze del borgo.

Dove Trovarci

AGUA BEACH RESORT
Viale Miramare - San Lorenzo
96017 Noto (Sr) Italia
P.IVA 01732150683
(+39) 0931 841684

Free Wi-Fi available in all areas
bookignconnecttrip

AGUA BEACH RESIDENCE
San Lorenzo - 96100 Noto (SR)
Email: info@aguaresort.it
Tel/Fax: +39 0931 841684
Mobile: +39 346 6249224

AGUA GREEN RESORT
C.da Reitani - 96100 Noto (SR)
Email: info@aguaresort.it
Tel/Fax: +39 0931 841684
Mobile: +39 335 6265065

Pin It on Pinterest